Top
Home
Scrivi
Aggiungi ai preferiti
Feed RSS
Bottom

L’M-346 ottiene il certificato di omologazione

Riferimento | Aerospazio | Europa |


L’addestratore Alenia Aermacchi M-346 ha ottenuto il certificato di omologazione dall’Autorità di Certificazione del Ministero della Difesa italiano (DGAA – Direzione Generale Armamenti Aeronautici). L’omologazione è un requisito fondamentale per poter operare il velivolo in ambiente militare. “L’aver raggiunto l’omologazione militare rappresenta un ulteriore passo in avanti del programma M-346, dimostra l’alta professionalità presente in azienda, la capacità di progettazione e organizzazione che soddisfano pienamente gli stringenti requisiti militari e permette inoltre di rispettare gli impegni di consegna verso i nostri clienti” ha dichiarato Giuseppe Giordo, Amministratore Delegato di Alenia Aeronautica e Responsabile del Settore Aeronautico di Finmeccanica.

Il processo di omologazione e mantenimento della aeronavigabilità è stato gestito dalla DGAA ed Alenia Aermacchi, attraverso un rapporto di fattiva collaborazione tra le parti. Negli ultimi cinque mesi sono stati effettuati 180 voli dedicati al completamento dell’omologazione del velivolo, per una durata totale di 200 ore, durante i quali sono stati testati oltre 3.300 punti di prova.

Nelle prossime settimane saranno avviate le procedure di consegna all’Aeronautica Militare dei primi due velivoli di serie, denominati T-346A.

(Alenia Aeronautica)

Primo volo del T-346A per l’Aeronautica Militare

Riferimento | Aerospazio | Europa |

t346
Il primo velivolo M-346 di serie destinato all’Aeronautica Militare (designato T-346A) ha effettuato con successo il primo volo di 40 minuti, durante il quale sono state effettuate manovre di verifica del comportamento aeromeccanico e dei sistemi di volo, raggiungendo la quota di 15.000 piedi e coprendo l’intero inviluppo di volo previsto, in termini di velocità, incidenza e fattore di carico. Il decollo è avvenuto alle ore 16.00, dalla pista di Venegono Superiore, presso gli stabilimenti Alenia Aermacchi, con ai comandi il Capo Pilota Collaudatore Quirino Bucci. Al termine il Comandante Bucci ha espresso apprezzamenti nei confronti della macchina affermando: “ancora una volta il velivolo ha dimostrato le ottime caratteristiche di manovrabilità, energetiche e di interfaccia uomo-macchina, punti di forza per l’addestramento degli allievi piloti, destinati ai velivoli da combattimento di nuova generazione.”

“Il primo volo del T-346A, che presto sarà in servizio presso l’Aeronautica Militare del nostro Paese, rappresenta un traguardo importante per il programma M-346, raggiunto grazie al contributo di tutte le maestranze dello stabilimento di Venegono Superiore” – ha dichiarato il Dr. Giuseppe Giordo, Amministratore Delegato di Alenia Aeronautica e Responsabile del Settore Aeronautico di Finmeccanica.

Il T-346A è il primo velivolo M-346 di serie prodotto negli stabilimenti di Alenia Aermacchi a Venegono, dove è stata allestita una linea di produzione all’avanguardia, altamente automatizzata e capace di rispondere ai requisiti del programma in termini di rateo produttivo (fino a 48 velivoli/anno), con costi e qualità competitivi.

Su questa linea di montaggio si stanno assemblando i rimanenti velivoli destinati all’Aeronautica Militare ed è già stata lanciata la produzione dei 12 velivoli ordinati dalla Forza Aerea di Singapore.

Le attività commerciali di Alenia Aermacchi per l’ M-346 sono particolarmente attive sia in Europa che nel resto del mondo. Alenia Nord America si sta preparando a gareggiare con il velivolo T-100, variante americana dell’M-346, nell’ambito del programma T-X per la sostituzione dei velivoli da addestramento della Forza aerea statunitense. Questo velivolo, oltre ad essere il più moderno e performante, si distingue anche per un elevato grado di sicurezza e per i bassi costi operativi rispetto a qualsiasi altro addestratore oggi presente sul mercato.

Le aeronautiche militari di diversi paesi hanno espresso grande interesse verso questa macchina, in grado di rispondere ai più moderni requisiti addestrativi per i velivoli di nuova generazione fra i quali l’F-22, l’F-35 e l’Eurofighter.

(Alenia Aeronautica)

Roll-Out dei primi due T-346A per l’Aeronautica Militare Italiana

Riferimento | Aerospazio | Europa |


Alenia Aermacchi, una società Finmeccanica e controllata da Alenia Aeronautica, ha presentato oggi i primi due velivoli T-346A facenti parte del primo lotto di sei addestratori destinati alla nostra Aeronautica Militare. Il Roll-Out si è svolto presso gli stabilimenti Alenia Aermacchi di Venegono Superiore, alla presenza dei vertici aziendali, dei rappresentanti delle Forze Armate e delle Istituzioni locali.

Questi primi due velivoli T-346A verranno assegnati, nei prossimi mesi, al Reparto Sperimentale di Volo presso la base aerea di Pratica di Mare (Roma), dove effettueranno le prove di valutazione operativa. L’Aeronautica Militare riceverà gli altri 4 velivoli entro il 2011 e sarà così la prima Forza Aerea al mondo a disporre di una nuova linea basata sull’M-346, il velivolo più moderno oggi disponibile sul mercato, destinato all’addestramento dei piloti militari che operano sui moderni velivoli da caccia di quarta e quinta generazione.

Da oggi si apre una nuova stagione per il velivolo M-346. La nuova linea di produzione, altamente automatizzata, sta lavorando sui rimanenti velivoli destinati all’Aeronautica Militare ed ha già lanciato la produzione dei 12 velivoli ordinati dalla Forza Aerea di Singapore.

Le attività commerciali di Alenia Aermacchi sono particolarmente attive sia in Europa che nel resto del mondo, dove le Aeronautiche Militari dei diversi Paesi hanno espresso grande interesse verso questa nuova macchina, in grado di rispondere agli specifici requisiti delle diverse Forze Aeree.

(Alenia Aeronautica)

12 M-346 per Singapore

Riferimento | Aerospazio | Asia e Pacifico |

m346
Alenia Aermacchi, società controllata da Alenia Aeronautica del Gruppo Finmeccanica, attraverso il Consorzio formato da ST Aerospace (Prime Contractor) e Boeing, si è aggiudicata un contratto del valore di pertinenza di circa 250 milioni di euro per la fornitura di 12 addestratori avanzati M-346 destinati alla Forza Aerea della Repubblica di Singapore. La consegna del primo aeroplano è prevista per il 2012. Successivamente, in partnership con ST Aerospace, Alenia Aermacchi parteciperà alle attività ITS (Integrated Training System) e al supporto alla flotta.

Questo contratto conferma le superiori qualità del velivolo Aermacchi M-346, che sta registrando crescente consenso sui più importanti mercati internazionali a testimonianza dell’eccellenza tecnologica delle aziende del settore aeronautico di Finmeccanica. Il successo dell’M-346 è anche il risultato di una stretta collaborazione tra il Governo italiano e l’industria della difesa.

Pier Francesco Guarguaglini, Presidente e Amministratore Delegato di Finmeccanica, ha così commentato: “La scelta dell’M-346 da parte del Governo di Singapore costituisce un successo di grandissimo valore per l’industria italiana dell’alta tecnologia e conferma il primato a livello internazionale di questo velivolo. Siamo particolarmente orgogliosi di essere stati scelti da una Forza Aerea come quella di Singapore, notoriamente ritenuta una delle più sofisticate al mondo con processi di selezione molto accurati e puntuali. La scelta dell’M-346 da parte di Singapore apre la strada a nuovi successi in altri mercati mondiali dove sono già in corso importanti campagne”.

L’M-346 è la piattaforma d’addestramento più avanzata oggi disponibile sul mercato e l’unica al mondo concepita per addestrare i piloti destinati ai velivoli militari di nuova generazione. Le elevate prestazioni e le qualità di volo, analoghe a quelle dei più moderni aerei da combattimento, portano l’M-346 a un livello superiore di efficacia addestrativa. Grazie alle innovative caratteristiche tecniche, il velivolo inoltre si distingue per un alto grado di sicurezza e per i bassi costi di acquisizione e di operatività. Sarà infatti utilizzato in tutte le fasi dell’addestramento avanzato e pre-operativo, riducendo così le ore di volo su macchine più costose.

(Finmeccanica)

Aeronautica Militare Italiana Afghanistan AgustaWestland Airbus Military Alenia Aermacchi Alenia Aeronautica BAE Systems Boeing Darpa DCNS Difesa Antimissile EADS ESA Eurocopter Eurofighter Typhoon F-35 Lightning II JSF Fincantieri Finmeccanica General Dynamics Gripen India Italia KC-767 LCS Lockheed Martin M346 Marina Militare Italiana Marine Nationale MBDA Network Centric Warfare Northrop Grumman Raytheon Royal Air Force Royal Navy Russia SAAB Selex Galileo Selex Sistemi Integrati Sukhoi Telespazio Thales Thales Alenia Space UAV/UAS UCAV United Technologies

Aerospazio (475)
Americhe (302)
Analisi (11)
Asia e Pacifico (99)
Esercito (118)
Europa (469)
Industria (172)
Marina (229)
Medio Oriente e Africa (69)
Uncategorized (3)

WP-Cumulus by Roy Tanck and Luke Morton requires Flash Player 9 or better.